Torta moderna ai mirtilli e mandorle

49571322_2213782985553427_5939359902538399744_n

49583204_996520487202858_2885634289611833344_n

Buongiorno!! Auguro a tutti voi un meraviglioso 2019!! Un anno pieno di serenità,salute e sogni…tanti sogni da realizzare! Auguro a me e a tutti voi la determinazione di chi passo dopo passo riesce a raggiungere un traguardo,forse inaspettato ma cercato,di chi si lascia indietro le paure iniziali e vola dritto alla meta. La vita è la favola di ognuno di noi e ci insegna a non mollare mai ,anche quando si cade,a non fare un passo indietro ma cento avanti,ci insegna a credere nei nostri sogni,anche se possono sembrare insormontabili. Ci insegna che nessuna difficoltà può essere più grande della determinazione.

Voglio iniziare il nuovo anno presentandovi una golosissimo dolce al cucchiaio che ho prepararato come dessert alla cena del primo gennaio a casa mia. Una torta moderna composta da una ganache alla vaniglia, cioccolato bianco e mandorle, uno strato di cremoso ai mirtilli, ed una dacquoise alle mandorle. Ho  ricoperto il tutto con del burro di cacao spray effetto velluto color rosso e decorato con fiocchi di neve in pasta di zucchero . Un dolce che ha conquistato tutti al primo morso… un accostamento di sapori e consistenze straordinario. Fresco, morbido, vellutato,si scioglie in bocca…perfetto da gustare dopo un pranzo o una cena in famiglia o con amici.  Davvero squisito!

Per realizzare il dolce ho utilizzato lo stampo in silicone” Vague” della Silikomart ,ma si può utilizzare un altro stampo in silicone o un anello per torte da 20 cm di diametro.

49174323_1227465144102874_3934684376691900416_n

Continua a leggere

Gingerbread cake con orange curd e frosting al cioccolato fondente

48387326_363187257565065_7807740813114343424_n

Amo il pandizenzero! Il suo inebriante profumo speziato di chiodi di garofano, zenzero e cannella che si diffonde nella cucina, annuncia l’arrivo del Natale.Solitamente ogni anno, preparo i biscotti di pan di zenzero ,quelli classici a forma di omino,quest’anno invece,ho deciso di preparare una torta che avesse gli stessi profumi e sapori dei biscotti e devo dire che sono rimasta soddifatta del risultato. Una torta soffice,speziata , dalla consistenza umida e morbida, e tanto profumata,proprio come piace a me. L’ho farcita con una squisita crema all’arancia e glassata con una crema al burro meringata al cioccolato fondente. L’ho poi decorata con delle piccole casette preparate con l’impasto degli speculoos,deliziosi e croccanti biscotti tipici del Belgio e dei Paesi Bassi profumati alla cannella, e ho decorato le casette con la ghiaccia reale e questa è stata la parte più divertente! Infine ho colato sulla torta del cioccolato fondente e ho spolverizzato con tanto zucchero a velo. Un connubio di sapori meraviglioso… me ne sono davvero innamorata ,perchè adoro le spezie ,il Natale e associo questa torta all’allegria,e allo stare insieme in famiglia. Se già vi piacciono i biscotti,vi consiglio di provarla perchè vi conquisterà. Potete farcirla a vostro piacere e decorarla secondo la vostra fantasia.

48405488_602244503550758_6268679543616176128_n

Continua a leggere

Chiffon cake alla zucca,cannella e semi di papavero,con crema al burro noisette

  43666927_170436203877692_9148425875446824960_n

Quando penso alla chiffon cake,penso ad una torta altissima,leggera e soffice soffice come una nuvola; profumata e dalle varianti infinite.Una torta delicata ,se viene servita semplicemente con zucchero a velo o scenografica ed elegante se farcita con creme,panna,salse e ganache.La caratteristica di questa torta americana è la presenza massiccia di uova che,in questo caso,non hanno tanto la funzione legante,quanto quella di dare una corretta lievitazione e sofficità all’impasto. Infatti gli albumi vengono montati a neve fermissima con il cremor tartaro.Inoltre il suo stampo particolare oltre ad avere un foro cilindrico centrale che permette al calore di diffondersi in tutta l’altezza della torta ,ha anche la particolare presenza di tre piedini,sui quali ,la torta ,una volta estratta dal forno e capovolta , deve poggiare fino al completo raffredamento. Una tecnica molto simile a quella usata per il raffredamento dei panettoni,permettendo così al dolce di rimanere compatto e soffice. E’ un dolce davvero semplice ma di una bontà unica . Dopo aver preparato,e aggiungerei molto spesso,la versione classica e quella al cacao, oggi vi presento la versione autunnale,alla zucca con l’aggiunta di cannella e semi di papavero e ricoperta da un delicatissimo frosting di crema al burro,preparato con del burro noisette o burro nocciola. Adoro la zucca! Così bella da vedere e cos’ gustosa da mangiare! Durante il periodo autunnale è la regina incontrastata della mia tavola! La utilizzo in tutti i modi, sia nel dolce che nel salato, ma è nelle ricette dolci che la zucca ha vinto un posto nel mio cuore. L’ho provata nella crostata,nella galette,ho preparato una confettura e ho voluto provarla nella chiffon cake. Il risultato è un dolce delicato,sofficissimo e molto umido con un leggero profumo alla cannella ,accompagnato da questo frosting al burro nocciola è semplicemente divino!

Allora volete provarla?! Vi lascio la ricetta

Il burro noisette o burro nocciola si ottiene riscaldando del comune burro un po’ oltre il momento di fusione, fino a quando i grassi presenti nel burro iniziano a imbrunire, rilasciando un favoloso aroma di nocciola. Per prepararlo è importante utilizzare burro di ottima qualità e controllare la temperatura di cottura in modo da non farlo bruciare.Una volta che si è sciolto completamente ed è diventato liquido cominciano a comparire le prime bolle, segno che l’acqua contenuta ha cominciato a bollire,poi l’acqua evapora del tutto e si forma una schiuma più intensa ,successivamente avviene quella che tecnicamente è conosciuta come reazione di Maillard, che unisce proteine denaturate come la caseina agli zuccheri. Sono queste nuove molecole a donare il tipico colore marroncino e il classico profumo alla nocciola.Il burro nocciola non va confuso con il burro di nocciole (o meglio pasta di nocciole), ottenuto un po’ come il burro di arachidi, prima tostando le nocciole e poi riducendole a pasta frullandole in un mixer. Io l’ho fatto risolidificare in frigo e poi l’ho utilizzato per preparare la crema al burro.

43500561_249968202332901_5589521549125222400_n

Continua a leggere