Chiffon cake alla zucca,cannella e semi di papavero,con crema al burro noisette

  43666927_170436203877692_9148425875446824960_n

Quando penso alla chiffon cake,penso ad una torta altissima,leggera e soffice soffice come una nuvola; profumata e dalle varianti infinite.Una torta delicata ,se viene servita semplicemente con zucchero a velo o scenografica ed elegante se farcita con creme,panna,salse e ganache.La caratteristica di questa torta americana è la presenza massiccia di uova che,in questo caso,non hanno tanto la funzione legante,quanto quella di dare una corretta lievitazione e sofficità all’impasto. Infatti gli albumi vengono montati a neve fermissima con il cremor tartaro.Inoltre il suo stampo particolare oltre ad avere un foro cilindrico centrale che permette al calore di diffondersi in tutta l’altezza della torta ,ha anche la particolare presenza di tre piedini,sui quali ,la torta ,una volta estratta dal forno e capovolta , deve poggiare fino al completo raffredamento. Una tecnica molto simile a quella usata per il raffredamento dei panettoni,permettendo così al dolce di rimanere compatto e soffice. E’ un dolce davvero semplice ma di una bontà unica . Dopo aver preparato,e aggiungerei molto spesso,la versione classica e quella al cacao, oggi vi presento la versione autunnale,alla zucca con l’aggiunta di cannella e semi di papavero e ricoperta da un delicatissimo frosting di crema al burro,preparato con del burro noisette o burro nocciola. Adoro la zucca! Così bella da vedere e cos’ gustosa da mangiare! Durante il periodo autunnale è la regina incontrastata della mia tavola! La utilizzo in tutti i modi, sia nel dolce che nel salato, ma è nelle ricette dolci che la zucca ha vinto un posto nel mio cuore. L’ho provata nella crostata,nella galette,ho preparato una confettura e ho voluto provarla nella chiffon cake. Il risultato è un dolce delicato,sofficissimo e molto umido con un leggero profumo alla cannella ,accompagnato da questo frosting al burro nocciola è semplicemente divino!

Allora volete provarla?! Vi lascio la ricetta

Il burro noisette o burro nocciola si ottiene riscaldando del comune burro un po’ oltre il momento di fusione, fino a quando i grassi presenti nel burro iniziano a imbrunire, rilasciando un favoloso aroma di nocciola. Per prepararlo è importante utilizzare burro di ottima qualità e controllare la temperatura di cottura in modo da non farlo bruciare.Una volta che si è sciolto completamente ed è diventato liquido cominciano a comparire le prime bolle, segno che l’acqua contenuta ha cominciato a bollire,poi l’acqua evapora del tutto e si forma una schiuma più intensa ,successivamente avviene quella che tecnicamente è conosciuta come reazione di Maillard, che unisce proteine denaturate come la caseina agli zuccheri. Sono queste nuove molecole a donare il tipico colore marroncino e il classico profumo alla nocciola.Il burro nocciola non va confuso con il burro di nocciole (o meglio pasta di nocciole), ottenuto un po’ come il burro di arachidi, prima tostando le nocciole e poi riducendole a pasta frullandole in un mixer. Io l’ho fatto risolidificare in frigo e poi l’ho utilizzato per preparare la crema al burro.

43500561_249968202332901_5589521549125222400_n

Continua a leggere

Charlotte alle pere con cremoso al cioccolato e savoiardi al grano saraceno

42393304_937390879805333_7873820804813684736_n

42299669_250075689028070_2136090474153246720_n

La cucina è il mio rifugio,il mio posto nel mondo! Amo trasformare e combinare sapori diversi,materie prime scelte con cura,in modo da creare piatti genuini,ma anche appetitosi e deliziosamente appaganti, perchè per me cucinare è il modo più profondo di amare!

Eh si… ormai lo sapete che adoro cucinare,in modo particolare i dolci e non c’è domenica in cui io non prepari ,per i miei cari, un delizioso pranzetto che si conclude ovviamente con un gustosissimo dessert! Questa domenica ho voluto preparare una deliziosa charlotte con le pere, un dessert  raffinato che scandisce il rito di passaggio dall’estate all’autunno ,stagione che adoro e che oramai è  arrivata. Infatti ho deciso di utilizzare la pera  perchè è un frutto tra i più diffusi e consumati nel periodo autunnale  e ho deciso di fare una charlotte perchè è un dolce fresco e versatile,visto che fa caldo e sembra di essere ancora in estate. Conoscete la charlotte? Un dolce classico della pasticceria, dal nome prettamente francese ma dalle origini discusse.Sembra che il noto dolce, sia stato creato per rendere omaggio alla regina Charlotte Sophia di Mecklenburg-Strelitz, moglie del celeberrimo re d’Inghileterra Giorgio III , ed in effetti questa torta è una vera e propria regina della tavola, elegante, raffinata e sontuosa. Una corona di biscotti savoiardi che avvolge un ripieno di crema bavarese e frutta Inoltre lo stampo da charlotte ha una forma particolare che ricorda l’omonima tipica cuffia increspata.

La mia charlotte è un po’ diversa dall’originale,la forma non è rotonda ma allungata come una sorta di tronchetto, ho aromatizzato la bavarese con vaniglia e cardamomo,ed inserito all’interno un golosissimo strato di  cremoso al cioccolato,che si abbina molto bene con le pere,inoltre i savoiardi che la circondano e che non possono mancare nella composizione di una charlotte che si rispetti,non sono quelli tradizionali,ma sono di grano saraceno rigorosamente homemade. Il tutto poggia su uno strato di torta tenerella al cacao, e decorato con burro di cacao effetto velluto color bianco, con meringa italiana e pere caramellate ed essiccate.

Riconosco che è un dolce leggermente complicato da realizzare,ma con un po’ di pazienza il risultato è straordinario! Un dessert delicato ma deciso al tempo stesso,che stupisce sia per l’armonia che per i contrasti. Un dolce fresco,ottimo come fine pasto ed occasioni speciali,la sua bellezza e la sua eleganza conquisteranno proprio tutti.

Che dite vi va di provarlo!!

Io ho utilizzato lo STAMPO INSERT KIT BUCHE (22x6x5cm) della  SILIKOMART

42314523_1317592278376066_925258310586728448_n

42308462_1196071323869458_7053615130839351296_n

Continua a leggere

Crostata di frolla al cacao con fichi e frangipane alle noci

41611806_1904555929851418_6581761167478226944_n

Settembre, il mese dei buoni propositi…esattamente come gennaio e forse anche di più…di più perchè siamo carichi di quella tonicità e dinamicità che ci sono state donate dal sole e dal mare,e che vorremmo mantenere dentro di noi senza disperderle con i primi freddi. E’ adesso il momento giusto per stabilire nuovi obiettivi e nuove priorità,reimpostare la routine quotidiana cercando un giusto equilibrio fra la ricerca di ciò che è necessario per stare bene e quello che magari può sembrare superfluo, ma che dà alla nostra vita quel valore aggiunto che ci rende più sereni.

E’ questo il mese per dedicare del tempo a se stessi,riprendere la vita in mano,rimettersi in gioco…E’ il mese delle raccolte del frutto maturo, delle pigiature dell’uva, dell’aria che profuma di vino,di terra umida ,di frutta che cuoce. E’ il mese dell’aria fresca,della luce limpida e del sole caldo ma non troppo. A settembre si ha voglia di rimettersi ai fornelli, di cucinare e preparare nuove bontà da condividere con le persone che amiamo.

E’ un mese che amo molto… anticipa una splendida stagione come l’autunno e poi vogliamo parlare di ciò che la natura ci offre?!Uva, fichi d’india,melagrane,funghi e tanti fichi…che io adoro in modo particolare forse perchè mi ricordano l’infanzia. Nel giardino della casa dei miei nonni ,accanto al pollaio, vi era ( e vi è ancora) un maestoso albero di fichi. Ombreggiava le galline durante la stagione estiva e proponeva a loro un bel banchetto ogni volta che i frutti maturi cadevano a terra. Ogni giorno il nonno raccoglieva uova e fichi…li ritrovavo sempre nella cesta di vimini sul tavolo della cucina. La nonna preparava confetture e dolci ed io adoravo aprirli in due con le mani e spiaccicarmeli in bocca fino a riempirla sporcandomi tutta la faccia.
Era sempre una deliziosa festa.

41535092_1109030785938598_5343629195345920000_n

Qualche giorno fa al solito banchetto di frutta e verdura dove spesso vado a fare la spesa,c’erano dei fichi neri troppo belli,ovviamente li ho acquistati e ho deciso di utilizzarli per una ricetta dolce, anche se non nego che mi piacciono ugualmente nelle ricette salate. Ho preparato così questa crostata utilizzando una frolla al cioccolato, che si sposa bene con i fichi e l’ho farcita con una gustosa crema frangipane alle noci. E’ venuta fuori una torta davvero squisita,semplice da realizzare,che può essere gustata sia a fine pasto che a colazione accompagnata da un buon caffè.

Vi lascio la ricetta che vi consiglio di provare con l’augurio che sia per tutti voi un nuovo e grande inizio!

41515107_233139060695704_101209860653187072_n

41615276_267376580558565_5431747007838420992_n

Continua a leggere