Red velvet cake

50818621_1976529552401081_4686505431055466496_n

50337669_2193781694205058_2977501595668840448_n

Buongiorno!! Oggi vi parlo della Red velvet cake, (letteralmente “torta di velluto rosso”),uno dei dolci americani più famosi del web, l’inconfondibile torta dal colore rosso brillante farcita con un bianchissimo frosting al formaggio: un accostamento cromatico che la rende perfetta come dolce delle feste.Ma non è solo il colore che rende questa torta speciale: anche l’assenza di lievito sostituito da bicarbonato e aceto che contribuiscono alla lievitazione della torta senza influire sul gusto rende particolare la Red Velvet.Nonostante il suo aspetto, è una torta che si può tranquillamente fare a casa seguendo alcuni importanti passaggi che la renderanno perfetta. Una torta soffice e umida al punto giusto senza bisogno di essere bagnata, una torta dal sapore vellutato che letteralmente si scioglie in bocca,  da preparare per le feste ma anche per essere gustata a merenda con un buon thè o a fine pranzo o a fine cena. io ho farcito la mia red velvet con una soffice crema al mascarpone e panna aromatizzata alla vaniglia,dal sapore delicato che ben si abbina con questo dolce.

Continua a leggere

Couronne bordelaise de gironde

50036253_604258360013573_4601748275853262848_n

50267727_2782046818686370_9052020055973298176_n

Nessuno può rimanere indifferente al profumo del pane fragrante appena sfornato. Inebriante e delicato al tempo stesso ,con il suo aroma inconfondibile, la fraganza del pane è un piacere che avvolge la mente e i sensi. Rievoca vecchi ricordi che riafforano lasciandoci una piacevole sensazione di nostalgia e di felicità. Mia nonna mi raccontava sempre che per lei il pane rappresentava la vita e devo dire che crescendo, ho capito sempre di più cosa volesse dirmi.
Impastare è un po’ come creare dei piccoli sogni, che piano, piano diventano grandi, solo se sei riuscito ad amalgamarli bene e a prendertene cura.
Quando ero piccola, osservavo sempre mia nonna impastare il pane.
Guardavo questa polvere bianca, che con l’acqua diventava sempre più elastica, fino a gonfiarsi e la si poteva sentire, quasi, respirare, quando la si lasciava riposare per alcune ore, mentre completava la lievitazione….e vedevo la nonna sorridente e felice. Quella stessa felicità che provo ora io quando impasto il pane, lo vedo crescere e ne sento il profumo invadere la casa. Come è accaduto con questa meravigliosa couronne bordelaise…la conoscete? La couronne bordelaise è un pane francese di campagna a lievitazione naturale (ma si può utilizzare anche con lievito di birra) con mollica compatta, che si compone solitamente dalle 5 alle 8 palline disposte a forma di corona , sormontate da una sorta di cappello o collare che in cottura si scolla e si solleva formando un piacevole decoro e un effetto davvero molto bello.
Originariamente questo pane veniva realizzato in pezzature da 5kg, mentre ora la pezzatura classica è quella da 1kg. La couronne bordelaise andrebbe cotta nel forno a legna, ma naturalmente si può fare anche in casa, meglio se utilizzando una pietra refrattaria. Inoltre la sua lievitazione avviene solitamente in un cestino particolare ricoperto di stoffa ,chiamato Banneton. Se non si possiede questo cestino è possibile far lievitare questo gustoso pane in uno stampo da ciambella rivestito con un canovaccio,così come ho fatto io.

banneton-linen-couronne-above_720x

Questo è il banneton ,il cestino per la lievitazione della couronne bordelaise

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La ricetta di questo pane è della bravissima Cesira Pinciotti del blog  Cucinar cantando con Cesira.  E’ una versione leggermente diversa rispetto all’originale perchè nell’impasto vengono usate le patate per donare morbidezza al pane ed un sapore più rustico.

Un pane gustoso,delicato con una crosta croccante ed una mollica morbida e compatta, davvero squisito.

Vi lascio il link del video per la formatura qui

50014511_367888034000500_4400878999086039040_n

Continua a leggere

Bundt cake con datteri prugne secche e noci

49268351_594526430969041_5711343949969358848_n

49948304_553950281773769_332826468990058496_n

Domenica: una lentezza diffusa ci chiama e ogni cosa pare intessuta della sua luce. Il tempo non dà ordini e i secondi e le ore si accucciano ai tuoi piedi increduli di tanta pace. La domenica è un giorno di riflessione ,di falsi progetti o di quelli veri, è il giorno dei profumi inconsueti,o di quelli materni o mai sentiti, dei sorrisi davanti ad un piatto caldo e di quelli al vicino di casa. E’ il momento del caffè più lungo ,del respiro più calmo, della voglia di nulla  e di tutto. E’ il giorno della tranquillità in famiglia ,dei pomeriggi pigri passati sul divano con un ottimo libro,magari davanti al fuoco del camino con una tazza fumante di tisana speziata e una fetta di un dolce semplice ma gustoso come questa bundt cake con datteri ,prugne secche e noci. Una ciambella facile da realizzare, profumata,soffice, umida al punto giusto, con ingredienti sani ,servita con una golosissima glassa al caramello salato. Una torta che si presta bene ad essere servita a colazione ma anche da presentare ad una festa o per un dopocena o anche per merenda.Le cose semplici ,si sa,sono sempre quelle ben riuscite e più apprezzate perché nella loro semplicità riescono a lasciare un segno.
Questo è successo con questa torta e che ci ha conquistato per la sua semplicità..credetemi è superbuona!! Per realizzarla ho utilizzato un classico stampo da bundt cake, ma volendo si può utilizzare un qualsiasi altro stampo per ciambelle.

Auguro una felice domenica a tutti voi!

Continua a leggere